Natale, simbolo di pace!

Il Natale è simbolo di pace e incontro tra i popoli e se c’è una bevanda che rappresenta uno scambio tra culture e generazioni non può che essere la birra. Le sue origini risalgono a circa 5000 anni fa, quando i Babilonesi scoprirono che la fermentazione dei cereali produce una bevanda alcolica. In Italia furono gli Etruschi a sviluppare le tecniche di produzione.  Nel medioevo i monaci coltivarono questa tradizione millenaria e molti monasteri del Nord Europa perfezionarono le ricette tramandandole fino ai giorni nostri.

La passione per la birra artigianale, per il territorio e la purezza delle sue acque ci porta a scoprire il BIRRIFICIO AGRADO, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Picentini. La produzione è caratterizzata da birre non filtrate, non pastorizzate, rifermentate in bottiglia per trasmettere sapori, sensazioni e percezioni di un viaggio attraverso la storia della birra.

Per noi soci del Centro Turistico Giovanile oltre alle visite guidate al Birrificio e alla possibilità di acquistare casse di birra, AGRADO propone tutte le novità natalizie, confezioni regalo assortite anche con un nuovissimo lancio di produzione: i beertzel, taralli alla birra, olio di oliva e paprika.

Per ordinare il tuo regalo in convenzione: sconti dal 10% al 15%

AGRADO BIRRA ARTIGIANALE DEI MONTI  PICENTINI

telefono e WhatsApp 3928963078

Sito internet 

Facebook

Viaggio di Natale a Km. 0

Il viaggio tra i prodotti biologici tipici dei nostri territori fa tappa al Frantoio Fierro che dal 1959, offre sul territorio di Olevano sul Tusciano un’arte antica: anni di storia e di passione guidano la famiglia Fierro nell’estrazione dell’olio di oliva, arte che si è tramandata di generazione in generazione arrivando intatta fino ai nostri giorni.

Oggi, con la stessa cura e la stessa passione, si continua a produrre Olio Extra Vergine di Oliva di grande qualità, ricavato prevalentemente da coltivazioni di tipo rotondella. Le olive provengono dagli ulivi secolari del territorio Olevanese, nel cuore delle colline salernitane, antico crocevia di genti greche e fenice che fecero conoscere agli abitanti della zona questa meravigliosa pianta. La coltivazione è esclusivamente biologica e inoltre l’ azienda è molto attenta all’ecosistema: utilizza energia rinnovabile tramite pannelli solari che permettono di produrre autonomamente la corrente elettrica necessaria per il ciclo produttivo. Insomma una scelta ecologica al 100%.

Per un pensiero dal sapore antico e dal gusto intenso il frantoio Fierro propone una confezione regalo composta da una bottiglia da litro di olio extravergine e un condimento composto da olio e tartufo da 250 ml.
Il prezzo in offerta è di 13 euro ma per noi soci del Centro turistico giovanile si applicherà un un ulteriore sconto del 5%.
FRANTOIO FIERRO MICHELE
via Frosano, 163/A Olevano sul Tusciano (SA)
+39 0828 612580

Per Natale condivisione a Km 0 al Convivio

Tra le proposte del territorio è d’obbligo fare tappa al Convivio Home Restaurant che con le sue giovani protagoniste ci ha sorpreso in positivo nel corso della Tappa DI FOOD IN TOUR di Pellezzano.
Gli Home Restaurant nascono per offrire piatti genuini direttamente dalla tavola del padrone di casa, che così diventa un nuovo amico.
La #foodexperience al Convivio Home Restaurant vede protagonista una cucina ricercata, che valorizza prodotti del territorio in un ambiente bucolico, con la produzione a km 0 soprattutto di formaggi caprini con differenti stagionature.
La condivisione è la chiave di lettura del progetto che si sta ampliando giorno dopo giorno.
Per noi soci del Centro Turistico Giovanile c’è la possibilità di acquistare delle ceste finemente addobbate scegliendo tra i prodotti della casa:

Yogurt di bufala, Primo sale di bufala (anche a limone), Formaggi stagionati, Confettura artigianale di mandarini, Confettura artigianale di pompelmo, Confettura artigianale mela e cannella, Confettura artigianale pere e zenzero, Zucca sott’olio, Pomodori verdi sott’olio, Cipolline in agrodolce sott’olio, Liquore al cioccolato con latte e panna di bufala, Budini (vaniglia, cacao, crema di latte), Mostaccioli, Torta caprese (anche formato mini), Ampia selezione di vini, Ampia selezione di prosecco di Valdobbiadene

Per un natale #gustoso  Al Convivio Home Restaurant
Via Crovito 1 Pellezzano (Sa)  +39 347 307 5881

Natale: viaggio a Km.0

Continua il nostro viaggio tra i prodotti a km0 e arriva a Giffoni sei Casali con l’azienda Grimaldi Nocciole & Co (www.agricolagrimaldi.it).
Visitare questa realtà che da tre generazioni produce e trasforma la Nocciola Tonda di Giffoni e la Noce Sorrento, assecondando i ritmi della natura e combinando il sapere artigianale con l’innovazione gestionale, ci racconta una storia di famiglia che garantisce un prodotto di qualità, gustoso e nutriente. Frutto dell’esperienza, radicato nella tradizione. I prodotti dell’Azienda Grimaldi Nocciola & Co. sono il risultato di una particolare attenzione per l’ambiente, dalla coltivazione del frutto alla lavorazione del prodotto, lungo una filiera eco-compatibile gestita in completa autonomia. La coltivazione avviene su un terreno di circa 25 ettari ai confini dell’area protetta del Parco Regionale dei Monti Picentini, in provincia di Salerno, senza l’utilizzo di anticrittogamici, erbicidi e concimi chimici. Qui, le piantagioni vengono irrigate da sorgenti naturali, in un ambiente incontaminato.
Per i soci CTG sarà possibile acquistare i prodotti tutto l’anno con uno sconto del 10%,  ma per natale possiamo regalarci le scatole assortite con varie combinazioni di prodotti (Prezzo per i soci 54€) .

L’ elegante scatola intestata contiene:
– 1 confezione  da 500g di noci Sorrento in guscio
– 1 confezione  da 500g di nocciole Tonda di Giffoni in guscio tostata
– 1 confezione  da 200g di nocciole Tonda di Giffoni tostate e pelate
– 1 barattolo da 240g di Gioia crema spalmabile alla nocciola classica
– 1 barattolo da 240g di Gioia crema spalmabile alla nocciola fondente
– 1 vasetto da 100g di pasta nocciola
– 1 vasetto da 100g di crema nocciola granellata
– 1 vasetto da 100g di crema noce.

Per acquistare:  Tel/Fax: + 39 089883544

  info@agricolagrimaldi.it

Sarà un Natale più BUONO per tutti!!!

A NATALE FAI UN REGALO A KM. 0,  sostieni l’economia locale.

Stiamo vivendo un periodo storico molto complesso, il cambiamento evolutivo e sociale che comporta questa pandemia globale sta segnando le nostre vite.

Ci avviciniamo al periodo dell’anno in cui siamo soliti riabbracciare parenti ed amici, riunirci in famiglia e festeggiare con le persone a noi care. Ma per evitare nuovi contagi ci consigliano la distanza sociale ed è così che ci accingiamo a festeggiare un Natale particolare.

Tutte le famiglie sono in affanno e le attività economiche e soprattutto le più piccole e a conduzione familiare rischiano di essere spazzate via dal nuovo assetto. Ecco perché abbiamo pensato di sostenere quelle aziende che abbiamo conosciuto negli anni scorsi con i nostri percorsi enogastronomici e che ci piacerebbe aiutare.

Oggi vi presentiamo l’offerta “Azienda Agricola Carbone Cosimo” che propone l’acquisto sia di Regali per Aziende che per Privati, Confezioni Enogastronomiche con prodotti di Alta Qualità. (Olio evo, sott’oli in evo, Salumi, Formaggi, Vino, Pasta, Miele, Specialità Natalizie)

L’Azienda è in fase di CONVERSIONE BIOLOGICA, un motivo in più per sostenerla. Per i soci CTG sono previsti sconti, come da convenzione!

Per info e contatti:    Azienda Agricola Carbone Cosimo – 3351530981
info@aziendagricolacarbone.com

Pagina Facebook

PARCHI LETTERARI

Oggi inauguriamo una nuova categoria di articoli che accompagneranno in nostro viaggio virtuale in provincia di Salerno.

Lo facciamo dando spazio al CTG A. G. A. Pe APS (Associazione Gioia e Amicizia per la Pelle) di Bracigliano, ricordando Giovanni Basile, un autore poco conosciuto, ma di grande rilievo letterario per il nostro territorio.

In questa breve prosa si parla di cibo e quindi vi invito ad una riflessione anche sul valore della convivialità.

E, venuto lo juorno destenato, oh bene mio: che mazzecatorio e che bazzara che se facette!

Da dove vennero tante pastiere e casatielle?

Dove li sottestate e le porpette?

Dove li maccarune e graviuole?

Tanto che nce poteva magnare n’asserceto formato.

Giambattista Basile

La gatta Cenerentola

NUOVA CONVENZIONE 2020

Birrificio dei Bardi: Sconto del 15% ai tesserati CTG per l’acquisto di confezioni da 12 bottiglie di birra da 33 cl – Spedizione a domicilio

Birrificio artigianale Via Salvator Allende, 46/s – Baronissi – Salerno    email info@birrificiodeibardi.it
sito web: http://www.birrificiodeibardi.it/

In questi giorni di emergenza sanitaria, in cui siamo costretti a rispettare le ordinanze di isolamento fisico, il Gruppo CTG PICENTIA mantiene i contatti con i propri tesserati in modalità virtuale. Ma l’impegno della Presidente Mina Felici non si ferma qui. Mina sta rivolgendo la sua attenzione ai convenzionati CTG locali, interessandosi della loro attuale situazione e, in linea con le politiche di coinvolgimento del territorio, sta diffondendo le modalità con le quali i convenzionati si stanno attivando per superare la crisi ed organizzarsi in funzione della ripresa. Si sta anche attivando per contattare le aziende che abbiamo visitato nelle tappe del DI FOOD IN TOUR al fine di stipulare nuove convenzioni. Questa la presentazione che fa del Birrificio dei Bardi, un’azienda nata nel 2017, situata a Baronissi, che produce birra in modalità artigianale:

Abbiamo avuto occasione di conoscere e di gustare la birra prodotta da questi giovani di Baronissi, durante l’ultima tappa del Di Food in Tour, che ha interessato la Valle dell’Irno. Un’azienda nata dalla determinazione di Alfredo, Andrea e Claudia, che hanno seguito un percorso di formazione, ognuno per acquisire specifiche competenze, con grandi sacrifici. L’esperienza di questi giovani rischia di subire uno stop a causa della pandemia che sta affliggendo l’intero Globo. Ma noi, sud di una Penisola, forse risparmiato proprio grazie al minore grado di inquinamento e sfruttamento intensivo del territorio e della natura, come ci dimostrano i più recenti studi epidemiologici, riteniamo di dover sostenere imprese come questa del Birrificio dei Bardi: i ragazzi erano già organizzati per la spedizione dei loro prodotti in Italia. Godiamo della loro ottima birra e facciamone godere anche altri soci!”.

Oltre a dedicarsi alla produzione di birre non pastorizzate, non filtrate e rifermentate in bottiglia, Alfredo, Andrea e Claudia, che si definiscono “homebrewers e amanti della musica”, si sono dedicati anche all’intrattenimento con musiche e bevande, sia in eventi che aprendo un locale nel Centro storico di Salerno, presso il quale poter consumare alcuni prodotti tipici locali, accompagnando la loro degustazione con un boccale di birra. L’augurio che facciamo a questi intraprendenti giovani è di poter continuare questo percorso imprenditoriale al termine dell’emergenza coronavirus. In generale i giovani, temendo di non farcela, preferiscono lasciare il Sud (spesso addirittura l’Italia), per cercare lavoro e fortuna fuori, loro hanno scelto di restare e di lottare, per far sì che loro idee potessero restare qui a valorizzare il loro territorio, anziché espatriare.

Presentazione:  Facevamo birra in casa per noi e per i nostri amici. Avevamo un impianto pilota da 75 litri. Ma dall’hobby alla carriera il passo è stato alquanto breve. Ci siamo formati facendo corsi al CERB a Roma. Abbiamo così potuto ideare delle ricette dopo varie prove ed abbiamo potuto aprire il birrificio. Produciamo birre di varie tipologie dalla bassa alla alta fermentazione: Malagamba in stile Amber Ale; Bellavista in stile Saison; Bonaventura in stile Lager; Cupanotte in stile Stout; Rubacuori in stile Belgian Strong Ale; Spadalesta in stile India Pale Ale; Nat’Ale in stile English Strong Ale. Nonostante la giovane età, produciamo birra artigianale di alta qualità grazie all’attenta selezione delle materie prime e un metodo di produzione personalizzato che ci permette di produrre senza alterare le qualità organolettiche. Non è stato e non è sempre facile. Restare nel nostro territorio comporta benefici, ma anche svantaggi. È di sicuro vantaggioso aprire un locale al centro storico, che può funzionare bene in alcuni periodi dell’anno, ma spesso le persone che non conoscono bene il settore, sono portate a scegliere prodotti più commerciali. Tuttavia non abbiamo mai pensato di lasciare Salerno, vogliamo lavorare dove siamo nati e valorizzare il nostro territorio. Oltre alla produzione della birra, ci dedichiamo alla produzione per terzi e di birre brandizzate per locali. Non esitare a contattaci per saperne di più.”

Alfredo, Andrea, Claudia

#pastiereierioggidomani

Un buon consiglio da Annamaria Parlato per la pastiera.

Mettete un “Mi piace” sulla pagina Facebook di Annamaria e fateci sapere se provate la ricetta. Un abbraccio!

Questa che vedete è la prima pastiera della mia vita. I profumi che sprigiona e la gestualità nel realizzarla mi hanno fatto ritornare bambina a quando mia nonna e mia madre erano intente a prepararla il Giovedì Santo ed io in cucina non smettevo di mangiare la pasta frolla cruda mente osservavo le loro espressioni. Proprio in questo periodo dell’anno la Costiera Amalfitana, il territorio in cui vivo, assume delle particolari caratteristiche: i tramonti diventano infiniti e il mare infonde allo sguardo una tavolozza di blu tenui e primaverili. Tutto questo per me è pastiera: affetti, ricordi, bellezza del paesaggio, cultura delle tradizioni.”

La ricetta
Ingredienti per 2 pastiere (ruoto da 21 cm e 30 cm):
Per la frolla:
400 gr farina 00 – 200 gr Manitoba, 300 gr burro, 4 uova, 250 gr zucchero semolato, vaniglia, pizzico di sale, buccia grattugiata di arancia e limone sfusato amalfitano
Per il ripieno:
crema pasticcera, 560 gr grano cotto con latte, burro, zucchero e aromi
ricotta vaccina lavorata con zucchero e aromi, 6 uova lavorate con zucchero
Canditi, Aromi di fior d’arancio, mille fiori, cannella, buccia di arancia e limone,
Decori in pastafrolla, Zucchero a velo

#iorestoacasa, in cucina!

Per la nostra rubrica dedicata al cibo parliamo oggi di zucchine (il colore è ancora il verde).

La nostra socia Annamaria Parlato  ci svela che la zucchina, come il cioccolato, il pomodoro, il mais e i fagioli, venne importata nel 1500 dai conquistatori spagnoli di ritorno dalle Americhe. 

La ricetta che ci suggerisce è: Torta di pane alle zucchine

E’ un piatto che può essere anche alternato alla tradizionale pizza rustica, che in genere si prepara in tutte le famiglie. In questo caso si utilizzano cipolle, zucchine e pochi altri ingredienti facilmente reperibili.

  Collegati al Blog 2ingredienti

E fammi sapere se l’hai provata anche tu ……. alla prossima!!!!!

Adele

…. e la domenica

Due cose ci mancano nelle domeniche al tempo del coronavirus: in primis la frequentazione dei luoghi di culto e poi il pranzo “allargato” alla famiglia.

Anche se i contatti tramite social ci consentono di mantenerci aggiornati sui vari esperimenti di cucina che avvengono tra i nostri cari (parenti ed amici) e possiamo mettere i like al pane appena sfornato, alla nuova ricetta di pesce o al dolce suggerito dallo chef di turno, il giudizio è solo sull’aspetto estetico del piatto, ma non si può gustarlo ed eventualmente passare alla “critica” di fatto!

Anche io che, come è risaputo, non amo stare tra i fornelli sto sfoderando tutte le mie energie per superare le prove quotidiane: so fare poche cose, alcune abbastanza bene e spesso me le richiedono anche nelle grandi occasioni (pranzi di Natale e Pasqua e ricorrenze varie).

Uno dei piatti che  faccio spesso è l’insalata russa (o pesce finto) e uno dei più ambiti (perché Paganini non ripete) è  la Lasagna verde, che in genere realizzo a Carnevale. Quest’anno non abbiamo fatto in tempo a gustarla insieme, ma mi sono ripromessa di farla appena potrò invitare almeno i miei abituali ospiti del fine settimana.

Magari proverò una nuova ricetta, come quella che ci suggerisce la nostra socia Annamaria Parlato sul suo Blog 2ingredienti.

“Croccante, invitante, golosa. La lasagna in verde a base di provola affumicata, crema di broccoli e salsiccia sbriciolata è un’interessante alternativa alla versione classica conosciuta dai più.”

  Collegati al Blog 2ingredienti

E fammi sapere se l’hai provata anche tu ……. a presto!!!!!!

Adele